Cattura di uno sciame d’api

Marc

All’improvviso avevo sentito un forte ronzio di molte api. Una sciamatura! Questa volta un bel grappolo su un ramo piccolo in un albero relativamente piccolo. L’anno scorso erano invece volate via tutte.

Durante la cattura dello sciame non era possibile fare foto o filmati (stress del principiante), ma abbiamo fatto delle foto di prima e dopo la cattura.

Due ore prima della sciamatura

Due ore prima della sciamatura sono andato dalle api per dare un’occhiata esterna veloce e per fare una foto. Tutto sembrava a posto, senza segni chiari di sciamatura. Un esperto mi aveva consigliato di tenere strette le api, su 8 telaini per stimolare la voglia di riempire il melario ed usare tutto il nido per la riproduzione. Ho controllato ogni settimana e ho tolto le celle reali, ma questa famiglia era molto numerosa. Anche se avevo già messo il melario e avevo tolto tutte le celle reali 2 giorni prima, questa regina voleva evidentemente traslocare in una casa più grande. Penso che nel futuro tornero’ ai 10 telaini nel nido per ridurre il rischio di sciamatura.

Lo stress della nostra prima cattura di uno sciame

Una sciamatura all’improvviso è stress per noi, perché non volevamo perdere una famiglia ed il miele di quest’anno. Invece le api erano molto meno stressate e piene di miele appese sui rami. In due abbiamo piegato l’albero, tagliato i grappoli di api e le abbiamo messe in un nuovo alveare con telaini nuovi e telaini già con miele dell’anno scorso. Hanno subito accettato la loro nuova casa ed alcune api si sono subito messe fuori col sedere in alto a battere le ali per chiamare le altre api ancora fuori: il segno che la regina è dentro ed era felice della nuova sistemazione. Questo e’ stata la nostra prima cattura di uno sciame!

Il Dubbio dei due grappoli

Avevo un dubbio, visto che normalmente uno sciame forma un grappolo d’api in un albero e non in due alberi distanti 7-10 metri fra loro. Ho messo tutti e due i grappoli d’api nello stesso alveare, ed è andato tutto bene. Potevano essere due sciamature nello stesso momento dai due alveari che abbiamo…

La Calma delle Api

Mi sono messo a costruire una panca per alloggiare l’alveare e prima di sera lo abbiamo messo nella sua posizione definitiva. Un gran sollievo, questa volta tutto è andato bene. Speriamo che l’altra famiglia non rimanga orfana e che a maggio con la robinia in fiore venga prodotto comunque un buon miele di acacia!

Il giorno dopo